martedì 2 ottobre 2012

Parliamo d'Italia, parliamo di Te. 2° tappa


Mirabello Monferrato. Parliamo d’Italia, parliamo di Te.           
Sette sindaci raccontano idee, progetti, esperienze, in questo tempo di crisi.


Mirabello Monferrato, giovedì 4 ottobre, ore 21, Chiesa di San Michele in Piazza San Michele.

Dopo il successo di partecipazione di Castellazzo Bormida, Mirabello Monferrato ospita la seconda tappa di "Parliamo d'Italia, parliamo di Te". Sette sindaci della Provincia di Alessandria, insieme, per parlare di idee, progetti, esperienze in tempo di crisi. Concluderà la serata l'intervento del Presidente della Provincia Paolo Filippi.

Interverranno i seguenti sindaci: Simone Bigotti, Borgoratto; Domenico Ravetti, Castellazzo Bormida; Corrado Tagliabue, San Salvatore Monferrato; Luca Gioanola, Mirabello Monferrato; Claudio Scagliotti, Camagna Monferrato; Cesare Chiesa, Rosignano Monferrato; Francesco Azzalin, Villadeati.

Ad ampio spettro gli argomenti e i progetti presentati: la mensa a km 0 con il progetto di educazione alimentare di Borgoratto; i temi di assistenza e salute con l'esperienza della "Casa della salute" di Castellazzo Bormida; i progetti partecipati di Asilo Nido e recupero di Piazza Carmagnola di San Salvatore Monferrato; la collaborazione tra Amministratori, associazioni e cittadini di Camagna Monferrato, le sfide di un'amministrazione nuova, tra la collaborazione che nasce dal basso e la riforma già attuata sui piccoli Comuni e i prossimi sviluppi istituzionali, ricchi di luci e ombre; il recupero dei borghi storici e del patrimonio storico, monumentale e paesaggistico del territorio di Villadeati. Aprirà la serata "Parliamo d'Italia, parliamo di Te", il sindaco di Mirabello Monferrato, Luca Gioanola che introdurrà attraverso alcuni esempi di buone pratiche i temi della serata, cioè le idee, i progetti, le esperienze virtuose in tempo di crisi. Concluderà la serata l'intervento del Presidente della Provincia di Alessandria, Paolo Filippi




lunedì 10 settembre 2012

Progetto Pannolini lavabili


Parte il progetto “pannolini lavabili”.Un ulteriore passo sostenibile.
Più risparmio e qualità, più ambiente e meno rifiuti.

Sabato 15 settembre alle ore 10 presso la Sala Consigliare del Municipio, si aprirà il progetto “Pannolini lavabili” realizzato grazie alla sinergia tra Comune di Mirabello e la Cooperativa SENAPE di Casale Monferrato.  Il progetto Pannolini Lavabili prevede tre linee di intervento: il dono di kit di pannolini ai nuovi nati mirabellesi dell’anno corrente; alcuni incontri formativi sui benefici derivanti dall’utilizzo dei pannolini lavabili e di dimostrazione dell’utilizzo e del riuso; la convenzione tra Comune di Mirabello Monferrato e Cooperativa SENAPE di Casale Monferrato, per la vendita a prezzi promozionali di kit di pannolini lavabili per tutti gli infanti da 0 a 2 anni, anche compiuti, residenti in Mirabello.

I pannolini saranno realizzati dalla Cooperativa sociale SENAPE di Casale Monferrato. Questo avvalorerà ulteriormente il progetto. Non solo risparmio, qualità e riduzione dei rifiuti, ma anche una fornitura a km zero per incentivare l’attività lavorativa del nostro territorio e aumentare la valenza ambientale del progetto.

Sabato 15 settembre saranno regalati i primi kit ai nati 2012 e saranno fornite tutte le spiegazioni necessarie alle famiglie degli infanti da 0 a 2 anni per gli acquisti in promozione e il corretto utilizzo dei pannolini.

 - Dopo alcuni mesi di preparazione, siamo pronti per partire con questo progetto che s’inserisce nel percorso “Mirabello leggero” mirato a creare occasioni di risparmio per le famiglie, di valorizzazione del territorio e dell’ambiente e di riduzione dei rifiuti. Un percorso iniziato con la casetta dell’acqua e proseguito con le stoviglie compostabili, i prodotti De.Co. del territorio, i detersivi e prodotti alla spina, le borse di stoffa, il conteggio degli svuotamenti del porta a porta e gli incentivi per i composta tori e i negozi leggeri. Prima di tutto, ci siamo recati a Capannori, in Toscana, per vedere le modalità di realizzazione del progetto e il riscontro delle famiglie. Ci siamo poi attivati per capire con chi procedere per la fornitura e la formazione. Fin da subito avevamo chiara l’idea di non voler ridurre al progetto alla sola fornitura promozionale, ma anche a un doveroso e strategico percorso d’incontri e di formazione con le famiglie, che partendo dal tema dei pannolini potesse arrivare a scelte più ampie sia educative sia di economia e di sostenibilità. Questa fase ha portato a importante risultato, cioè la possibilità di collaborare con una realtà locale come la cooperativa SENAPE, sfruttando la loro esperienza in ambito di formazione e la possibilità di avere pannolini realizzati localmente. Un progetto sostenibile a 360°. - 


martedì 4 settembre 2012

Parole e Musica in Monferrato




Venerdì 7 settembre, Villa Gatti, ore 21, “Storie di donne”, ingresso gratuito. Un appuntamento di racconti al femminile con le scrittrici Silvana Mossano, Silvia Tesio e l’accompagnamento musicale di Fulvia Maldini. Presenterà e coordinerà la serata Costanza Zavanone. Una serata tutta al femminile, nella splendida cornice del giardino di Villa Gatti. 



Sabato 15 settembre, alle 21, la rassegna continuerà in una nuova e inedita location: la Fornace Martinetto dei fratelli Gioglio con lo spettacolo musicale “Io ho in mente te”. Un viaggio nella musica dei favolosi anni 60/70 con gli “Alti e Bassi” che offriranno una serie di esecuzioni solo vocali, senza accompagnamento musicale, di elevatissimo livello. Il tutto nell’ambito di un luogo che per decenni, fino ai primi anni ’80 è significato per tanti mirabellesi e monferrini: lavoro, amicizie, sudore, gratificazioni. Tante vite dedicate a fare i mattoni alla fornace del Martinetto, dove ancora oggi si possono ammirare gli ultimi mattoni deposti ad asciugare e i forni intatti, così come quando suonò il campanello della fine dell’ultimo giorno di lavoro nel 1982.



L’ultimo appuntamento mirabellese di Parole e Musica in Monferrato è previsto Domenica 16 settembre, alle ore 21, sempre alla Fornace Martinetto, dove andrà in scena la prima assoluta del nuovo spettacolo di e con Roberto Cavallo “Meno 100kg”. Tratto dall’omonimo libro, uno spettacolo coinvolgente e interattivo su come sia opossibile migliorare il nostro stile di vita e produrre meno rifiuti intervenendo su piccole abitudini quotidiane. Uno spettacolo al quale sono invitati a partecipare oltre al vasto e affezionato pubblico di Parole e Musica, anche i bambini e ragazzi delle scuole: dalle primarie alle superiori, considerati i messaggi educativi e strategici per poter vivere un prossimo futuro sempre più a misura d’uomo.

martedì 28 agosto 2012

Parliamo d'Italia, parliamo di Te


Sette sindaci della Provincia di Alessandria, sette temi attuali, sette testimonianze concrete per costruire il futuro in questo tempo di crisi

Lunedì 3 settembre alle ore 21 a Castellazzo Bormida presso il Parco San Francesco ( ex Cappuccini) sette Sindaci interverranno nell’ambito della manifestazione dal titolo “Parliamo d’Italia. Parliamo di te”.
L’idea nasce dalla consapevolezza che questo è il tempo di contribuire al superamento della difficile condizione socio economica anche attraverso il sobrio racconto dei progetti e delle esperienze degli Amministratori locali che quotidianamente affrontano le problematiche dei cittadini.
Il tentativo è quello di affiancare coloro i quali intendono costruire nei nostri territori i percorsi verso la – buona politica –  perché questa è utile a ridare fiducia agli Italiani e perché offre loro soluzioni praticabili e non l’illusione del populismo dell’ – anti politica- .
Le relazioni, contenute nel tempo ma concrete, verteranno su argomenti d’attualità come la gestione dei rifiuti, la sanità, il diritto allo studio, le esigenze primarie delle famiglie, le nuove tecnologie, la necessaria riforma dello Stato.
Per dare continuità e maggiore efficacia all’iniziativa  l’intenzione è quella di proporre nei prossimi mesi “Parliamo d’Italia. Parliamo di te”, in altri Comuni della Provincia e con altri Amministratori.


venerdì 29 giugno 2012

Riciclo, rifiuti, ambiente. In Parlamento si parla di Capannori, Mirabello Monferrato, Benevento



Che bella e inaspettata sorpresa. 


Camera dei deputati, lunedì 18 giugno 2012, seduta n.651. Discussione: Riciclo dei rifiuti e rispetto dell'ambiente. Alla Camera si parla degli esempi di Capannori, Mirabello Monferrato e Benevento nel cammino verso rifiuti zero.


Aldilà del fatto che si sia parlato in Parlamento del cammino di Mirabello Monferrato, la speranza è che i ministeri dell'ambiente e dello sviluppo economico diano presto una risposta concreta e sostanziale sul tema dei rifiuti, della raccolta, dello smaltimento e delle alternative all'incenerimento


Ponte nelle Alpi, su tutti, esporta e insegna in tutta Europa con la propria esperienza come arrivare al 92% di RD e a meno di 30kg di residuo annuo procapite. Aumentando i posti di lavoro, migliorando i servizi e soprattutto la qualità della vita dei cittadini. Riducendo i costi e/o aumentando gli incentivi. Ci sono oramai sempre più esempi e occasioni di incontro in tutta Italia. Non solo gli amministratori, ma spesso i movimenti, le associazioni, i cittadini vogliono capire ed esigono attenzione e informazione maggiore soprattutto per la propria salute e quella dei propri figli.


Dalla riduzione, riciclo e riuso del rifiuto e da scelte alternative all'incenerimento nascono concrete occasioni di risparmio e maggiore qualità della vita.



Ridurre i rifiuti non solo è possibile. Si sta già facendo. 



Gli atti al link seguente:

http://parlamento.openpolis.it/atto/documento/id/82926

giovedì 28 giugno 2012

Censimento del costruito non utilizzato. Salviamo il paesaggio, difendiamo il territorio



Salviamo il territorio, difendiamo il paesaggio.

Mirabello Monferrato aderisce alla campagna per il censimento degli immobili sfitti o non utilizzati.

I risultati saranno inviati al Forum nazionale "Salviamo il territorio, difendiamo il paesaggio", saranno resi noti a tutti i cittadini e pubblicati sul sito del Comune. Con la conoscenza del costruito non utilizzato. Del valore, della potenzialità e dei rischi del proprio territorio e paesaggio urbano, agricolo, naturalistico e monumentale si può progettare e pianificare il futuro con consapevolezza, efficacia, lungimiranza.

Per aggiornamenti sull'adesione del Comune monferrino, visitare il sito:

Per maggiori informazioni sulla campagna nazionale, visitare il sito del Forum

Intervista ad Alessandro Mortarino, coordinatore nazionale del Forum



E' troppo tardi per essere pessimisti

Le nostre azioni hanno un costo. Troppi muri sono stati costruiti per spezzare la catena della solidarietà, per proteggere gli interessi di alcune persone dalla miseria di altre.


E' troppo tardi per essere pessimisti. Ogni donna e ogni uomo può abbattere qualsiasi muro.


Sulla Terra tutto è collegato. Da sempre. 


Una nuova consapevolezza, una nuova avventura umana fondata sull'intelligenza e la condivisione. Esiste altra via? 


Non è neppure complicato. Buona visione e buon ascolto




http://www.youtube.com/watch?v=2vXQgzfMxQE

mercoledì 27 giugno 2012

Il paesaggio, i territori



Salviamo il paesaggio, difendiamo i territori. Info al link: http://www.salviamoilpaesaggio.it

Il motore della vita


Il motore della vita è la connessione. Tutto è collegato, niente basta a sé stesso. La condivisione è essenziale.

Un equilibrio in cui ognuno ha un ruolo preciso ed esiste soltanto grazie all'esistenza di un altro. Un'armonia delicata e fragile, basta un nulla per spezzarla.

Buona visione e buon ascolto




mercoledì 20 giugno 2012

Sfida all'ultima sporta



“Sfida all’ultima sporta”. Secondo Silvia Ricci di Porta La Sporta, una gara tra Comuni virtuosi renderà consapevoli i cittadini dell’impatto ambientale ed economico del sacchetto di plastica, facendo loro toccare con mano che ciascuno ha la possibilità ogni giorno di “fare la cosa giusta”.


La sfida è quella di dimostrare che scelte giuste fatte da tante persone possono fornire soluzioni a problematiche ambientali globali, ma per vincere ci vuole senso di squadra tra i cittadini, uniti per portare beneficio della scuola locale dove crescono i cittadini del futuro


1) “Sfida all’ultima sporta”: chi vince? Cosa vince?
E’ una sfida tra Comuni: quello che, nell’arco di sei mesi, sarà più capace di ridurre il consumo dei sacchetti monouso, a livello pro-capite, otterrà un premio in denaro pari a 20.000 euro offerto da tre sponsor e da destinare alla scuola locale. Il sistema di misurazione che verrà applicato si baserà sia sui dati forniti dai comuni, come numero di acquisti effettuati senza prendere sacchetti in supermercati e negozi, sia sugli esiti dei rilevamenti effettuati dalla segreteria organizzativa e dalle sedi locali delle associazioni nazionali partner della campagna. Punti vendita della GDO e del piccolo commercio locale verranno presto interpellati perché la loro partecipazione è indispensabile per rilevare la quantità di sacchetti “risparmiati” dai clienti che non prendono sacchetti monouso, di qualunque tipo.
2) Chi può partecipare? Come?
Si tratta di una competizione a cui possono partecipare sino a 20 comuni italiani, tra quelli che hanno raggiunto il 60% di raccolta differenziata nel 2011 e con una popolazione compresa tra gli 8000 e i 16000 abitanti. Sul sito di Porta la Sporta http://www.portalasporta.it/ si trovano bando e regolamento scaricabili a disposizione dei comuni che hanno tempo sino al 20 settembre per inviare la loro candidatura.  Verranno accettate le prime 20 candidature valide.

Intervista tratta da Ideegreen.it

lunedì 18 giugno 2012

Associazione nazionale dei Comuni virtuosi














Una rete che attraversa tutta l'Italia. Un bacino di idee, di contaminazioni, di progetti.

Video dalla trasmissione 'Report' del 2011.
http://www.youtube.com/watch?v=gCo-zsbNTyU

Informazioni, progetti, linee guida sul sito www.comunivirtuosi.org

domenica 17 giugno 2012

Appello dei piccoli Comuni per la coesione e il futuro del Paese


Mirabello Monferrato è tra i circa 900 Comuni firmatari.

L’appello politico condiviso da Legambiente e Anci per la coesione e il futuro del Paese, in cui si chiede il riconoscimento del fondamentale ruolo dei Piccoli Comuni come presidio dei territori, verrà presentato a breve al Governo per richiedere un pronto ascolto sui dispositivi legislativi che li interessano. I piccoli comuni rappresentano un presidio insostituibile per la tenuta strutturale, culturale e sociale del nostro Paese, soprattutto in un momento di crisi ambientale ed economica come quella attuale. I 5.703 piccoli comuni italiani sono una risorsa e non un costo, al servizio del Paese per svolgere un'opera di manutenzione e cura del 55% del territorio nazionale, arginando e prevenendo fenomeni come il dissesto idrogeologico, che interessa il 70% delle piccole amministrazioni.

È così che si apre l'appello politico condiviso da Legambiente e Anci per la coesione e il futuro del Paese: un impegno a sostegno dei Piccoli Comuni in cui si chiede il riconoscimento del fondamentale ruolo che queste realtà minori svolgono come presidio dei territori, accanto all'avere un maggiore ascolto del Governo sui dispositivi legislativi che li interessano.

Per un puro caso che è anche frutto di un'evidenza delle caratteristiche dei nostri territori, il tema principale su cui è stata costruita questa nona edizione di Voler bene all'Italia è legato alla fragilità e al valore dei territori, un'urgenza – nelle diverse forme che assume, dal dissesto idrogeologico, al rischio sismico, alla cattiva manutenzione e cura del suolo e alla diffusa superficialità nel mettere a regime opere di concreta prevenzione e tutela del territorio, come purtroppo confermano le recentissime vicende legate al sisma in Emilia - che riguarda l'intera penisola.

Ecco che la sottoscrizione da parte degli oltre 900 Comuni dell'appello rivolto a Monti sulla salvaguardia dei territori minori assume oggi una valenza ancora più forte e significativa: aver scelto di sottoscrivere l'appello, vuol dire condividere e dare fondamento al riconoscimento per cui i piccoli comuni siano formalmente considerati un presidio insostituibile e un asse strategico non solo per la tenuta culturale e sociale del nostro Paese, quanto per la tenuta strutturale.

Al seguente link è possibile leggere l’elenco completo di tutti i Comuni italiani che hanno sottoscritto l’appello per la coesione e il futuro del Paese:

sabato 16 giugno 2012

Innovazione energetica a Mirabello Monferrato, progetto internazionale




Giovedì 21 giugno dalle ore 10.30 alle ore 13 presso la sala della Direzione Regionale Innovazione, ricerca ed università – Ricerca scientifica e innovazione di Corso Regina Margherita 174 sarà presentato il progetto “Innovazione Energetica”. 


Il progetto “Innovazione Energetica”, recentemente finanziato nell’ambito del Programma Italia–Svizzera 2007–2013, si propone di assistere i Comuni per l’individuazione e la realizzazione di interventi di efficienza energetica e di valorizzazione delle fonti rinnovabili a basso impatto ambientale.
Il progetto che vede coinvolti, oltre a Mirabello Monferrato (AL)circa 60 Comuni della Regione Piemonte e circa 200.000 cittadini, si propone di creare le condizioni per sviluppare politiche energetiche ed ambientali improntate sulla sostenibilità da parte dei Comuni.
Gli Enti Pubblici sono chiamati a dare il buon esempio adottando in prima istanza le cosiddette “buone pratiche” e poi stimolando la cittadinanza a fare altrettanto. 
Nello specifico s’intende:
1) accelerare il processo di aumento dell’efficienza energetica delle proprietà pubbliche esistenti e di quelle in via di realizzazione;
2) aumentare la produzione di energia da fonti rinnovabili, a partire da quelle a minor impatto ambientale;
3) effettuare azioni di formazione e informazione rivolte sia all’Amministrazione, sia ai cittadini, favorendo così la diffusione delle migliori iniziative.

Centro Clinico Nemo, eccellenza straordinaria



Sabato 16 giugno. Questa mattina ho avuto la fortuna di partecipare insieme e Sergio e Renata Vogliotti all'inaugurazione di una nuova ala del centro clinico Nemo, presso l'ospedale Niguarda, di Milano. Una realtà, eccellenza italiana straordinaria e prima assoluta per completezza nella cura e rieducazione della malattie neuromuscolari! Un gruppo di trenta professionisti appassionati e preparati che svolge un lavoro sia di trincea sia di speranza. Quando capita di incontrare persone per le quali non si tratta solo di fare, ma soprattutto di amare, resta l'energia e la consapevolezza che davvero ogni donna e ogni uomo è una creatura straordinaria, capace di raggiungere obiettivi, realizzare sogni.


Alberto Fontana, insieme a tanti compagni di viaggio, in sinergia, ha realizzato ciò che molti ritenevano irrealizzabile, impossibile. E invece ecco il centro clinico Nemo. Un sogno ora realtà. Che testimonianza!


Nemo è la prima realtà italiana capace di offrire cure e attività specifiche e complete per le patologie neuromuscalari, spesso rappresentate da malattie rare come la SLA, la distrofia muscolare e le amiotrofie spinali.


Il Concerto per Mirco Vogliotti, organizzato dalla fam. Vogliotti tutti gli anni la prima Domenica di giugno a Mirabello Monferrato, oltre ad avere un valore affettivo per la famiglia, i mirabellesi e tanti amici permette con il ricavato di sostenere questo centro. Anche con questa grazia, Mirco ci accompagna.


Info sul centro clinico Nemo si trovano al link: http://www.centrocliniconemo.it/


Ora una nuova sfida per Alberto Fontana e Mario Melazzini: il centro clinico Nemo Sud a Messina.


Info al link: http://www.uildm.org/2011/07/11/e-nata-fondazione-aurora-per-nemo-sud/

martedì 12 giugno 2012

Un nuovo Rinascimento italiano?



Per il bene Comune. Progetti condivisi e lungimiranti che guardino oltre l’oggi. Basta con le decisioni di pancia, di emergenza, funzionali solo a immediati ed egoistici consensi.

Si cura ciò che si ama
Si ama ciò che si conosce
Si conosce attraverso la memoria, la ricerca e la consapevolezza

E' straordinario vedere come stia maturando in tutta Italia, tra i Comuni e i cittadini, l’attenzione a temi centrali come la cultura, il territorio, il paesaggio storico, naturalistico, agricolo, urbano e monumentale. Patrimoni da tutelare e soprattutto da valorizzare e promuovere, per ripartire dalla cultura, dall’arte, dall’artigianato, dal lavoro. Aspetti che nei secoli scorsi hanno fatto grande la storia del nostro Paese e dei cittadini. Patrimoni, che rappresenterebbero la svolta per l’economia e la cultura italiana, insieme alla scuola e alla ricerca, alla mobilità e alle infrastrutture sostenibili, alle piccole opere quotidiane, alla partecipazione e agli stili di vita capaci di far rinascere questo Paese. Serve riscoprire i valori assoluti dell’umanità e della società civica, logorati e stracciati dal degrado politico degli ultimi anni. Patrimoni dimenticati a vantaggio di modelli economici che hanno divorato terreni, capitali, tesori! Ripartire per ridare dignità e slancio all’artigianato, all’agricoltura, all’allevamento. Ripartire dai cittadini, dai Comuni, dal territorio, dalle sinergie. Dalle primizie, dai talenti nell’arte, nella cultura, nella ricerca e nell’impresa.  Dalle tante eccellenze, per troppo tempo, costrette al letargo o a emigrare altrove, facendo crescere l’economia e la cultura di altri Paesi che non avevano investito su di essi! Questo oggi non è solo possibile: è necessario. E si può. Ci sono tante realtà in Italia, che sono un incredibile stimolo, che con dirompente carica contaminano e trasmettano non solo la voglia ma anche gli strumenti affinché si superi l’attuale situazione stagnante. Basti pensare come esempio alla rete nazionale dei Comuni virtuosi: concreti e numerosi progetti già fatti e in corso in tutta Italia, al nord, al centro, al sud e all’estero. Azioni e progetti che oltre a riavvicinare la politica ai cittadini nei risultati più che nelle parole, alimentano nuove idee e forniscono forza e strumenti per fare scelte a lungo termine, ben oltre le frontiere della scadenza elettorale. Più che una speranza, una certezza che ci mette tutti in gioco, perché serve la determinazione e la consapevolezza di tutti.

Certamente, ce n’è di strada da fare. I risultati si vedranno quando soprattutto ripartirà il lavoro. Prima deve maturare la cura e la valorizzazione. 
Si cura ciò che si ama. Si ama ciò che si conosce. Si conosce attraverso la memoria, la ricerca e la consapevolezza. 
La via maestra: progetti condivisi e lungimiranti che guardino oltre l’oggi. Basta con le decisioni di pancia, di emergenza, funzionali solo a immediati ed egoistici consensi


In questo momento cresce l’attenzione verso tutte le amministrazioni che oggi in Italia stanno provando a mettere in discussione un sistema ingessato e bloccato, ripartendo da progetti condivisi e lungimiranti; dall’impegno e dalla testimonianza. C'è voglia di rinnovamento dal basso; il bisogno di riportare la politica ai cittadini e i cittadini alla politica.

Cresce l’attenzione nei confronti dell'associazione nazionale dei Comuni Virtuosi, e anche per Mirabello Monferrato: dalla dedica di un capitolo nel libro “Viaggio nell’Italia della buona politica”, Einaudi, di Marco Boschini, dove si racconta dello sportello amianto; agli interventi in conferenze a Pisa, a Capannori e più di recente a Padova da parte del sindaco e degli assessori. All’organizzazione della “Scuola di alt(r)a amministrazione” nel paese monferrino dopo le edizioni di Milano e Padova, che ha registrato più di 350 iscritti provenienti da tutta Italia. All’attenzione a livello nazionale con gli articoli dell’ANCI e del Corriere della Sera e le interviste o citazioni su radio e televisioni nazionali.

domenica 10 giugno 2012

Quando un Comune sta con i cittadini


Articolo di Marco Boschini, pubblicato sul sito dei Comuni Cirtuosi:
http://www.comunivirtuosi.org/index.php/news/territorio/35-news-dai-comuni-associati/1694-quando-un-comune-sta-con-i-cittadini

Sul sito del Comune di Mirabello Monferrato (AL) sono state pubblicate: informazioni, materiale divulgativo, regolamento per gli incentivi, procedure, delibere, comunicati, relativamente al progetto sulla bonifica dell'amianto.

I documenti sono tutti facilmente accessibili e scaricabili al link: 

"Era importante rendere pubblico non solo il regolamento e le procedure, ma anche tutto quel materiale, come lettere per i cittadini, presentazioni per incontri pubblici, che potesse servire per approfondire maggiormente il tema e permettere ad altri enti, Comuni di elaborarlo e adattarlo alle proprie esigenze. Un’esigenza che abbiamo sentita forte dopo l'intervento al Festival della cittadinanza di Padova dove parlammo di bonifica amianto ad amministratori di tutta Italia. Nel nostro territorio siamo tutti informati e oramai molto attivi e sensibili, grazie a una ottima sinergia tra Comuni, associazioni, enti. Ma fuori dal Monferrato, la percezione e la consapevolezza del rischio sono bassissime. Necessario insistere, divulgare. Un esempio, abbiamo di recente tutti negli occhi i video che, nella desolazione della distruzione dei terremoti in Emilia, mostrano i tanti manufatti rotti di amianto a terra, tra gli operatori che senza protezioni svolgono le operazioni di rimozione"
L'esperienza del Comune di Mirabello Monferrato è riportata anche nel libro "Viaggio nell'Italia della buona politica", Einaudi, di Marco Boschini, coordinatore nazionale dell'Ass. dei Comuni Virtuosi.

sabato 9 giugno 2012

LABOR - l'area produttiva sostenibile

Info al link:

Alcune caratteristiche dell'area:
  • Rete WiFi banda larga per internet e telefoni di connessione internet e telefono
  • Illuminazione stradale a LED, parcheggi inerbiti e alberati
  • Insediamenti tinteggiati
  • Pannelli fotovoltaici sui tetti
  • Dotazione di vasche per il recupero di acqua piovana, utile ad esempio per l’irrigazione e i sanitari
Un’area progettata per essere ordinata, urbanizzata e bilanciata tra costruito e verde, tra aziende e servizi (isole ecologiche, area pic-nic, piante,) che premia l’utilizzo di energie rinnovabili e l’efficienza energetica, che poi significa risparmio di gestione.

Un’area che evita inutili cementificazioni e soprattutto insediamenti a macchie di leopardo. Si costruisce e si urbanizza solo quando necessario, in modo contiguo e completo. In questo modo si evitano brutte sorprese e risultati devastanti per l’ambiente e lo sviluppo, come capannoni non finiti o urbanizzazioni bloccate a causa dei limiti di indebitamento da parte dei comuni. Un percorso impostato con una strategia di medio e lungo termine, cioè con una strategia che vuole guardare al futuro e alla ripresa del lavoro, partendo da oggi.

Parlare di sviluppo artigianale oggi può essere una sfida. Ma proprio per questo, non c'è alternativa a un impegno costante e condiviso nel creare le condizioni affinché sia possibile continuare e ripartire a parlare di lavoro, artigianato, impresa. 
Un percorso partecipato di più di due anni, per potenziare e normare un'area di grande interesse e utilità per il lavoro e la vitalità.
Lungo il cammino ci siamo confrontati con i proprietari dei terreni, con gli artigiani già presenti nell'area e con le imprese e progettisti interessati a insediarsi al fine di realizzare uno strumento che potesse trovare da subito un'applicabilità chiara e condivisa. 
Grazie al contributo dell'osservatorio paesaggistico dell'alessandrino abbiamo tenuto in considerazione importanti aspetti di sostenibilità ambientale ed energetica.
La strada della partecipazione può e deve essere il valore aggiunto, perché permette, anche in tempi difficili e complicati come questo, di fare la differenza. E fare la differenza può significare moltissimo

venerdì 8 giugno 2012

Banda larga, internet e telefonia wireless

Mirabello Monferrato. Attivazione con prezzi scontati della connessione internet per tutti i cittadini prolungata per tutto il 2012! Informazioni in Comune, ufficio ragioneria o al 0142 - 63121.

Info al link:

I passi realizzativi in sintesi:
  • dicembre 2010: progetto pilota per la Provincia di Alessandria. Viene attivata la connessione internet a banda larga wireless gratuita in tutte le piazze del centro storico, in biblioteca, in Municipio, nella sala conferenze del tricolore.
  • febbraio 2011: convenzione con i cittadini per l'attivazione e l'utilizzo della banda larga con prezzi scontati e bloccati per 4 anni. Promozione valida fino a fine 2012. 
  • settembre 2012: internet e telefonia a banda larga su tutta l'area produttiva artigianale LABOR
  • marzo 2012: internet e telefonia a banda larga nelle scuole materna e primaria

La bonifica dall'amianto è possibile

L’esperienza del Comune di Mirabello Monferrato

Informazioni, documenti, delibere, procedure, regolamento incentivi, comunicati e materiale divulgativo al seguente link:


Bonificare significa
  • Miglioramento
    • Migliorare le strutture, il patrimonio pubblico e privato
    • Migliorare la qualità della vita
  • Salute
    • La fibra di amianto è killer
    • La fibra di amianto è un problema oggi e una minaccia domani
  • Competitività e appetibilità del territorio
    • La bonifica rende più sicuro e attrattivo il territorio
L’impegno del Comune di Mirabello
  • Sportello
    • Informa, assiste, aggiorna, controlla
    • Eroga i contributi
  • Incentivi
    • Contributi economici ai cittadini residenti
    • Azzeramento della tassa di occupazione di suolo pubblico
  • Bonifica edifici pubblici
    • Interventi su tutti i siti di proprietà comunale
  • Censimento
    • Prima censimento di tutti i manufatti contenenti cemento-amianto condotto dal Comune
    • Secondo censimento di tutti i manufatti contenenti cemento-amianto condotto da Comune, Città di Casale Monferrato, ARPA, ASL
  • Incontri e formazione
    • Lettere
    • Incontri pubblici annuali con la popolazione

giovedì 7 giugno 2012

Dove l'ambiente non è uno slogan

Mirabello, dove l'ambiente non è uno slogan. Di Ettore Grassano - Alessandria News

Articolo completo e video intervista:

Negozi Leggeri: riduzione della tassa rifiuti


Mirabello Monferrato. Agevolazioni per i negozi leggeri.


Il Comune di Mirabello Monferrato è impegnato in un percorso di sviluppo sostenibile, di riduzione del rifiuto, di promozione di nuovi stili di vita. In linea con questo cammino l’Amministrazione comunale intende incentivare le attività che aderendo alla strategia “negozio leggero”, via via si stanno già impegnando e/o potranno adoperarsi in un percorso di riduzione del rifiuto. 

Il nuovo incentivo è l’esenzione totale della TARSU per i metri quadri sia di magazzino sia di negozio destinati allo stoccaggio e alla vendita di prodotti riconducibili al progetto “Riducimballi – Negozio Leggero”, aree di prodotti che in buona sostanza non producono rifiuto di imballaggi. Rientrano in questa categoria i seguenti prodotti alla spina: olio, vino, birra, latte, aceto, miele, detersivi bio, alcool, shampoo, balsamo, saponi, cosmetici. Le stoviglie biodegradabili compostabili, i chewingum biodegradabili e i pannolini lavabili.


Al momento le attività di Mirabello che hanno aderito da poco più di un anno alla strategia “Negozi leggeri” sono la Bottega del Centro e le Buone Abitudini. In questi negozi è già possibile trovare detersivi, detergenti, profumi, sapone alla spina e presto anche le stoviglie biodegradabili compostabili. Sempre nel 2012 partirà il progetto pannolini lavabili con incentivi da parte del Comune.

martedì 5 giugno 2012

Viaggio nell'Italia della buona politica

Il viaggio di Marco Boschini a Mirabello Monferrato per presentate "Viaggio nell'Italia della buona politica", Einaudi, dove in un capitolo si racconta l'esperienza di bonifica, incentivi e sportello amianto.
http://www.marcoboschini.it/2012/il-viaggio-a-mirabello-monferrato-al/

Buone pratiche in Comune


Mirabello Monferrato, città ecologica. Dall’acqua al web, l’amministrazione del comune piemontese punta a ridurre l’impatto della comunità sull’ambiente. Di Federica Demaria, ANCI.
http://www.anci.it/index.cfm?layout=dettaglio&IdSez=808594&idDett=36224