venerdì 31 maggio 2013

Piano regolatore e riduzione dei rifiuti. Mirabello Monferrato in conferenza a Ventimiglia


Ventimiglia: sabato 1 giugno lezione di politica al Forte dell’Annunziata


Il Forte dell’Annunziata (foto Manrico Gatti)

I giovani di Alternativa Intemelia organizzano un incontro con il sindaco di Mirabello Monferrato
DANIELA BORGHI
VENTIMIGLIA
Domani, alle 15,30, al Forte dell’Annunziata di Ventimiglia, lezione di politica con i giovani di Alternativa Intemelia e con Luca Gioanola, sindaco di Mirabello Monferrato, considerato uno dei Comuni più virtuosi d’Italia, che giunge apposta per questo incontro-dibattito,dopo aver recentemente partecipato alla famosa trasmissione Report. 

Titolo della conferenza é infatti “Viaggio nell’Italia della buona politica” . Nel museo-Forte dell’Annunziata l’altro ospite sarà Giorgio Caniglia, referente dell’Attac Imperia e del Coordinamento imperiese per l’acqua pubblica , il Cimap. 

Questo pomeriggio é voluto dai ragazzi che da tre anni movimentano con iniziative la città, col loro gruppo Alternativa Intemelia: «La tutela del territorio é al giorno d’oggi una necessità sentita da chi è giovane e sensibile ai temi di uno sviluppo armonioso con la terra e con tutto il pianeta», dicono. 

Luca Gioanola é un sindaco trentottenne del Monferrato, un ingegnere che illustrerà i risultati ottenuti negli anni con la sua guida nel Comune di Mirabello Monferrato. Da poco, a fine aprile, é stato ospite della nota trasmissione di Rai3 Report per la vicenda Eternit. Dicono gli organizzatori: «Il suo operato é un ottimo esempio per il nostro Paese tanto in crisi. I spirandosi alla rete dei Comuni virtuosi. I suoi cavalli di battaglia sono il modo complessivo di trattare il problema dei rifiuti, puntando sulla raccolta differenziata fatta porta a porta. Altro suo punto forte è l’ ideazione di un piano regolatore definito a volumi zero, senza demolizioni selvagge e cementificazioni invasive, un netto rifiuto allo sfruttamento delle terre comunali». 

Giorgio Caniglia tratterà la situazione della nostra provincia nello specifico del post-referendum sul fronte delll’acqua pubblica. Inoltre parlerà della campagna di raccolta firme per la proposta di Legge Rifiuti Zero. Continuano da Alternativa Intemelia: «Nella Riviera di Ponente devastata dalla cementificazione abusiva, e con la raccolta differenziata che a Ventimiglia é a livelli minimi, questa lezione a più voci sarà decisamente un’occasione da non perdere per i ventimigliesi al fine di assistere a un brillante esempio di saggia amministrazione della res pubblica, di cui la città ha veramente bisogno dopo lo scioglimento del Consiglio Comunale per infiltrazioni mafiose avvenuto nel febbraio dello scorso anno». 

Il grande spreco



Si fa presto a dire che il patrimonio culturale diventerà la nuova fonte di ricchezza e di sviluppo del Mezzogiorno. Sulla carta il tesoro c’è in ogni angolo del Mezzogiorno, nei fatti lo stiamo riducendo a un patrimonio fossile.
Frammenti di reperti abbandonati , senza un destino e senza una funzione, o luoghi sacrali, inutilizzabili nell’interesse della collettività. Non si vede, insomma, né un’ordinaria manutenzione dei beni culturali né un uso appropriato, moderno ed efficace di questo patrimonio.
E la cosa sconcertante riguarda il ruolo dei rappresentanti dello Stato, i soprintendenti, che spesso diventano i sovrani dei luoghi, roba loro, i custodi dell’agonia, quasi sempre in aperto contrasto con le amministrazioni locali secondo la peggiore tradizione del Sud prigioniero di istituzioni che non collaborano.

LO SPRECO DELLA REGGIA DI CASERTA. La Reggia di Caserta è un esempio emblematico di questa deriva. Ogni giorno un nuovo crollo, l’ultimo ha riguardato una parte della facciata restaurata appena un anno fa, con fondi che non arrivano mai, finora 9 milioni di euro dei 23 promessi, cantieri sempre aperti, turisti che rischiano la pelle durante le visite. Intanto, la soprintendente interpreta il suo ruolo con un totale distacco dal sindaco, dalle associazioni di categoria, dai commercianti, dagli imprenditori e dai sindacati. Dalla città. Vive nel suo mondo, come se un’istituzione culturale non avesse bisogno dell’ossigeno di un rapporto armonico con il territorio e non di uno sterile e controproducente conflitto strisciante.
La Reale tenuta di Carditello, invece, ha fatto un passo avanti verso il baratro: è andata all’asta, con otto battute finroa deserte, e con qualche associazione di benemeriti volontari che consentono saltuarie visite del monumento. Il precedente ministro aveva promesso di intervenire, ma non si capisce per fare che cosa. Se lo Stato ha i soldi e vuole conservare la proprietà del bene, ha il dovere di proteggerlo e non farlo morire; se invece ha deciso di affidarlo ai privati, deve scrivere un bando che, tutelando la conservazione del monumento, ne consenta un uso efficiente. Altrimenti finirà che, a forza di ribassi e con un’amministrazione pubblica impotente, la Reale tenuta di Carditello andrà nelle mani di qualche spregiudicato affarista della zona. E lui sicuramente saprà che cosa farne.
L’ASSURDO DI PIAZZA PLEBISCITO. Ma il paradosso più evidente è stato toccato a Napoli. Piazza Plebiscito, sullo sfondo del Palazzo Reale borbonico, è un simbolo dell’incompiutezza e delle contraddizioni con le quali vengono gestiti i beni culturali: può rappresentare un volano di sviluppo della città oppure restare un luogo metafisico di silenzi e di abbandoni. Nel corso degli anni qui ci sono celebrate importanti manifestazioni artistiche (con le solite, stucchevoli polemiche), concerti e perfino interi cartelloni di estati musicali.
E qui, nei giorni scorsi, grazie alla musica di una star internazionale come Bruce Spreengsteen sono arrivate migliaia di persone e innanzitutto si sono rivisti i turisti che hanno speso soldi negli alberghi, nei ristoranti, nei negozi, della città. Tutto bene, fino a quando il soprintendente non ha deciso che i tendoni montati, provvisoriamente, per il concerto non fossero uno sfregio all’armonia del luogo, e dunque ha sottoscritto un decreto che di fatto impedisce nuovi concerti. Piazza Plebiscito è stata così sequestrata, sulla base della decisione di un funzionario dello Stato entrato a piedi uniti in conflitto con il sindaco e con l’amministrazione comunale. Pazienza, poi, se Pino Daniele non canterà più a piazza del Plebiscito e se il luogo tornerà a spegnersi nel suo improduttivo silenzio. Il comune non ha i soldi per regalare concerti ai cittadini ed ai turisti, e nessun privato si sogna di rinunciare a quelle attrezzature, i tendoni appunto, che servono a motivare il costo di un biglietto e dunque il rischio di un’impresa economica.
Meglio non fare nulla. Ma in questo modo un bene comune, come Piazza del Plebiscito, diventa il feudo di una sorta di viceré del patrimonio artistico sul territorio, dotato di un potere assoluto che rende le sue decisioni inappellabili. E la cultura, più che una ricchezza da tutelare e un potenziale tesoro da utilizzare, si trasforma nel regno di una burocrazia ispirata dal furore ideologico dell’immobilismo fine a se stesso.
Di Antonio Galdo - Nonsprecare.it

http://www.comunivirtuosi.org/video/territorio/territorio-news-dal-mondo/il-grande-spreco

giovedì 30 maggio 2013

Ventimiglia, conferenza "Viaggio nell'Italia della buona politica"




Sabato 1 giugno, alle ore 15.30, a Ventimiglia, presso il Forte dell'Annunziata, convegno sull'ecosostenibilità e sulle politiche di tutela ambientale "Viaggio nell'Italia della Buona Politica". Insieme all'assessore Gabriele Garavello, presenteremo due progetti messi in atto a Mirabello Monferrato relativi al piano regolatore verso consumo zero e alla riduzione dei rifiuti.

Parleremo anche della rete nazionale dei Comuni Virtuosi, un bacino straordinario di persone, risorse, energie, soluzioni. Un bacino di tanta buona politica che ha ispirato lo stesso coordinatore, Marco Boschini, a scrivere proprio il libro "Viaggio nell'Italia della buona politica", che racconta tante storie italiane di buona amministrazione. Tra le quali, anche la storia di Mirabello Monferrato.

L'incontro è organizzato dal gruppo "Alternativa Intemilia", un gruppo nato nel 2010 su impulso di alcuni giovani dell'area intemelia desiderosi di lavorare ed impegnarsi per la propria zona. Gli obiettivi fin'ora perseguiti sono stati vari: la sensibilizzazione sulle energie pulite, le campagne referendarie antinucleare e pro acqua pubblica, l'importante progetto "NOALLAMAFIA", con il quale Alternativa Intemelia si propone di sensibilizzare e responsabilizzare la popolazione del ponente ligure sulle problematiche relative alla Malavita organizzata che, da troppo tempo ormai, attanagliano e soffocano la riviera dei fiori.

mercoledì 29 maggio 2013

Se questi sono gli uomini e la città di plastica

 


Taneto di Gattatico. Festa dei Comuni Virtuosi. Sabato 25 maggio, alle 18.30, si è appena concluso l'intervento appassionante, dirompente di Riccardo Iacona a proposito del tema "Se questi sono gli uomini". E va in scena "La città di plastica". Lo spettacolo che non ti aspetti, che ti tiene con il fiato sospeso, ti tocca il cuore, e ti fa sussultare l'anima. Storie di donne, storie di violenze dirette e indirette. Storie di oggi, storie di tutti i giorni, purtroppo. Bravissima Claudia Campagnola. Grazie!
 


sabato 18 maggio 2013

La Domenica del Villaggio con Riso e Rose




Riso & Rose 2013- La Domenica del Villaggio a Mirabello Monferrato
Cascina Convento, Domenica 19 maggio 2013


Domenica 19 maggio, tutta una giornata da vivere tra natura, bancarelle, sport, arte, musica e spettacolo. Il tutto nello straordinario scenario di Cascina Convento, a Mirabello Monferrato. Espositori di prodotti tipici, artigianato, fiori, riso.

Per tutto il giorno, dalle 9 alle 20 circa, sarà possibile visitare il mercatino di enogastronomia, artigianato, riso e rose. Con al centro, la piazzetta delle De.Co. con i prodotti tipici mirabellesi: tirà ad Mirabé, bagnet dal du Furnas, bagna ‘d crivela, ragù di lumache.

Per tutto il giorno sarà anche possibile visitare la mostra di dipinti della pittrice mirabellese Paola Porta e l’esposizione dei lavori artistici di arredamento e design del laboratorio riCrea di Serralunga.

Attività sportiva, subito in mattinata alle ore 10 con “Bici e Amici a passeggio nell'anfiteatro monferrino”. Con la "Bike School" di Mirabello Monferrato. Un percorso agevole, indicato per famiglie, per piccoli e grandi.
Note ed emozioni fiorite dalle 11, con la musica d'arpa insieme al Maestro Vespoli.

Pranzo alle 12 e merenda sinoira alle 19 a cura della Proloco Mirabello con i prodotti del territorio.

Dopo pranzo, si riparte con due attività per i bambini: “nati per leggere”, dalle 14 con le letture floreali e coinvolgenti di Barbara Corino e alle 15 con il “battesimo della sella”, con i primi assaggi di cavalcata per i più piccoli insieme all’istruttrice Nadia Zaio dell’associazione “Scuderia della Maria”.

Si proseguirà con Note ed emozioni fiorite dalle 15.30 con le musiche popolari insieme al Maestro Silvio Penno, già membro Orchestra Fenice di Venezia.

Dalle 16.30: "Trici", spettacolo di circo e teatro con giocoleria ed equilibrismo, per grandi e piccini, insieme a Claudio Mutazzi del Teatro Fisico di Torino.

Alle 18, seconda passeggaita in bici nell'anfiteatro monferrino insieme alla Bike School Mirabello. Percoreso agevole, indicato per tutta la famiglia.

Il fitto e ricco programma si concluderà con la merenda sinoira.

Una giornata tutta da godere e da vivere nel Monferrato, a Mirabello.

Festa dei Comuni Virtuosi e Scuola di altra Amministrazione



Anche Mirabello Monferrato, sabato 25 e Domenica 26, a Taneto di Gattatico, Reggio Emilia, per la Festa dei Comuni Virtuosi e la Scuola di Altra Amministrazione.


Si terrà il 25 e 26 maggio, presso il Circolo “Fuori Orario” di Taneto di Gattatico (RE), la seconda edizione della “Festa nazionale dei Comuni Virtuosi”, per valorizzare e “mettere in mostra” la buona amministrazione.
In quest’Italia in cui le istituzioni danno troppo spesso uno spettacolo triste e scoraggiante, tra inefficienze, sprechi e privilegi vari, il Festival sarà un’occasione per prendere una boccata di aria pulita: una due giorni di buon senso e concretezza, in cui sindaci e amministratori locali provenienti da tutta Italia racconteranno ciò che quotidianamente, nel silenzio dei media nazionali e nell’indifferenza della politica romana, sperimentano con successo a favore delle comunità locali.


Stop al consumo di territorio incontrollato e speculato, riduzione dei rifiuti, innovazione energetica, mobilità sostenibile, nuovi stili di vita, partecipazione. Idee e progetti che mettono insieme sobrietà, entusiasmo, integrazione e risparmio, dimostrando che intervenire a favore dell’ambiente non solo è possibile e necessario, ma anche conveniente.


Concerti, stands di quaranta comuni italiani con le tipicità dei territori (cucina, artigianato, turismo sostenibile…), spettacoli teatrali e presentazioni di libri. E poi ancora mostre e incontri, convivialità e contaminazione.


Concerti, bancarelle con le tipicità dei territori (cucina, artigianato), spettacoli teatrali e presentazioni di libri. E poi ancora mostre e incontri, convivialità e contaminazione


Circa quaranta stands di altrettanti comuni provenienti da tutte le regioni italiane, tra cui quello di Mirabello Monferrato, la fiera del libro per ragazzi (promossa in collaborazione con l’Associazione Editori Italiani per ragazzi), spettacoli e animazioni per bambini. Musica e presentazioni di libri, e poi ancora dibattiti e momenti conviviali.


Una delegazione mirabellese di amministratori e di volontari della Proloco Mirabello, parteciperà al fitto programma di presentazioni, dibattiti, confronti sulle buone pratiche amministrative e presenterà  i diversi progetti attivati e in corso nel Comune monferrino e i prodotti tipici. Il sindaco Luca Gioanola sarà inoltre impegnato nella riunione del comitato direttivo nazionale dei Comuni Virtuosi.

Il programma


Sabato 25 maggio

  • Dalle ore 9,30 alle 17.00 – (presso l'Istituto “Cervi” a Gattatico) Scuola di Altra Amministrazione, corsi di formazione pensati per diffondere le buone prassi e aperti a tutti
  • Alle 16.00, apertura della festa con tutti gli stands dei Comuni Virtuosi con specialità gastronomiche, oggetti tipici dell'artigianato locale.
  • Alle 18.15, presentazione del libro “Se questi sono gli uomini” (Chiarelettere) di e con Riccardo Iacona (giornalista di Presa Diretta), al quale verrà consegnato il premio "Giornalista virtuoso dell'anno". In collaborazione con il Centro Antiviolenza di Parma.
  • Alle 19.15, andrà in scena “La città di plastica” con Claudia Campagnola, un'appassionante testimonianza/narrazione sulla violenza contro le donne.
  • Dalle 22,30 “Tra i Beatles e i Rolling Stones”. A cinquant’anni dalla loro nascita, un concerto anni ’60.


Domenica 26 maggio

  • Domenica la festa aprirà alle 15.00, con animazioni per bambini, bancarelle e stands vari.
  • Alle 15.30 dibattito dal titolo: "I Beni comuni: opportunità pubblica!" a cui partecipano, tra gli altri: Mirko Tutino (Assessore all'Ambiente della Provincia di Reggio Emilia), Bengasi Battisti (Coordinamento Enti locali per l'Acqua Pubblica), Domenico Finiguerra (Forum Salviamo il Paesaggio). Modera Giuliano Marrucci (giornalista di "Report")
  • Alle  17.00 è previsto il dibattito “Il colore del futuro è verde”, a cui parteciparanno, tra gli altri: Pippo Civati (deputato), Sergio Blasi (consigliere regionale Puglia), Federico Pizzarotti (Sindaco di Parma), Giulia Innocenzi (giornalista di “Servizio Pubblico”) Massimo Buccilli (Amministratore di Velux Italia), Giuliano Poletti (Presidente Legacoop), Claudio Tedeschi (Amministratore Dismeco).
  • Alle alle 21.30 musica d’autore con il concerto “In Quintetto”, diretto dal maestro premio Oscar per la colonna sonora del film "La vita è bella", Nicola Piovani

Confidenze Mondadori, 21 maggio 2013. Nella rubrica "L'Italia che funziona", le storie di Mirabello Monferrato, Capannori, Benevento e dell'amico Rossano Ercolini, il primo italiano, premio 'Nobel' per l'ambiente!


mercoledì 8 maggio 2013

domenica 5 maggio 2013

Innovazione Energetica, sportello energia, gruppi di acquisto, audit energetici, servizi gratuiti per i cittadini




Mirabello Monferrato. Sportello Energia, Gruppo di acquisto di fotovoltaico, Audit energetici gratuiti per i cittadini e gli edifici comunali, Convegno internazionale, patto dei sindaci


Sportello energia comunale
Presenti insieme insieme agli amministratori, il tecnico comunale responsabile dello sportello Carla Demagistri, Gianpiero Godio e Roberto Gazzola di Legambiente, Gabriele Porrati di Cambiamo, oltre ai cittadini, tra cui gli aderenti al primo gruppo di acquisto di fotovoltaico.

Lo sportello è situato al piano primo del Palazzo Comunale, tra la sala Giunta e la Sala Consiglio, ed è facilmente raggiungibile a tutti, grazie al nuovo ascensore. Lo sportello è aperto tutti i mercoledì dalle 10 alle 12 e i giovedì dalle 16 alle 18, contemporaneamente e insieme allo sportello "bonifica amianto", già attivo da ottobre 2009.

Un servizio gratuito, per tutti i cittadini. Gli obiettivi sono chiari: migliorare la qualità della vita dei cittadini, accompagnare, aiutare i cittadini nelle scelte ed evitare che subiscano fregature, fornire informazioni oggettive siccome non interessate a vendere nulla, suggerire semplici gesti e interventi per risparmiare facendo bene alle tasche e all'ambiente, informare sulle normative, incentivi, procedure in corso. Tutto questo, in forma gratuita, erogato dell'ufficio tecnico di Mirabello, grazie al percorso di formazione fatto nel progetto europeo "Innovazione Energetica" con il supporto di Legambiente e Cambiamo.


Lo sportello aiuterà i cittadini nella valutazione di diversi parametri energetici e soluzioni. Si partirà dalla valutazione di piccole azioni e di piccoli interventi come le pinze amperometriche per sapere in tempo reale quanta corrente e potenza si consuma, la sostituzione di lampade ad alta efficienza senza cambiare i lampadari e ancora a valutazioni per coibentare e migliorare l'isolamento termico della propria abitazione. E per ognuna di queste possibilità sarà possibile formare nuovi gruppi di acquisto.


Gruppo di acquisto di fotovoltaico
Parallelamente, grazie al progetto europeo, 15 cittadini hanno già potuto usufruire nelle scorse settimane di gratuiti studi di fattibilità per l'installazione di fotovoltaico, comprensivi di sopralluogo e di relazione, con proiezioni energetiche, di costi, di ritorno dall'investimento sia nel caso di utilizzo degli incentivi sia nel caso dello scambio sul posto. Un processo completamente gratuito, che è stato erogato per tutti i cittadini che vi avevano aderito.
Tra questi, una decina si è già costituita in un gruppo di acquisto e sta procedendo all'installazione.

Alcuni consigli
In generale chiunque voglia procedere con l'installazione di fotovoltaico deve pretendere alcune garanzie e specifiche tecniche fondamentali. Garanzie certamente richieste e verificate, insieme alla collaborazione di Legambiente, per il gruppo di acquisto mirabellese. Cosa bisogna pretendere quando si sta procedendo per installare fotovoltaico:
1- Pannelli certificati europei
2- Garanzia di resa maggiore dell'80% dopo 25 anni
3- Pannelli a sola tolleranza positiva (cioè il prodotto può fornire di più del valore nominale fornito, ma non di meno)
4- Inverter compreso, di qualità e garantito 10 anni
5- Fine ciclo vita già pagato dal venditore (cioè oggi il ritiro e il riciclo della fine vita sono già stati pagati e predisposti)

Cosa è bene fare prima di procedere all'installazione?
Valutare il reale consumo che si necessita. Si parte dalla bolletta. E questo, lo sportello energia di Mirabello, lo fa gratuitamente. Importante, non farsi convincere dai venditori a installare tanti pannelli solo perché il tetto li può accogliere. Non conviene. Si produce di più, ma costa anche di più l'investimento. Inoltre tutto ciò che non si consuma va in scambio, e se questa parte scambiata è contenuta, c'è la convenienza, ma se questa parte è elevata, non conviene. Lo sportello energia aiuta gratuitamente a capire quanti sono i pannelli che servono realmente. Lo sportello analizza la bolletta, inserisce i dati del posizionamento del tetto in un programma della comunità europea, verifica la pendenza del tetto, fornisce i risultati e suggerisce la soluzione. Tramite l'attività coordinativa dello sportello energia si potranno formare nuovi gruppi di acquisto per procedere con preventivi presso aziende individuate con bandi di livello nazionale che garantiscono tutti i punti di cui sopra.

Convegno internazionale "Zero Emission Communities". Firenze, 18 aprile 2013
Infatti proprio Mirabello Monferrato è stato scelto per rappresentare i Comuni coinvolti in "Innovazione Energetica" nel convegno internazionale "Zero Emission Communities", che si svolgerà a Firenze il 18 aprile. presso il Palazzo della Presidenza della Regione Toscana, Piazza Duomo, insieme ad amministratori, funzionari, tecnici da tutta Europa.

Lo sportello energia sarà un'opportunità importante per i cittadini. Da sfruttare, senza riserve. Molto bello si concretizzino inoltre gruppi di acquisto, un meccanismo che può permettere di ottenere maggiori tutele e qualità con un minor costo. A Firenze, ho portato il nostro percorso, ma soprattutto ascoltato e cercato di carpire tutte le idee, opportunità, progetti e collaborazioni che potranno esserci di aiuto, per cercare, pur tra le difficoltà, di impostare percorsi mirati a migliora la qualità della vita per la comunità mirabellese e non solo. Siamo in rete con più Comuni e le buone pratiche si condividono, sempre. Così a volte si copia, a volte si ispira altri e alla fine, si migliora, di più, tutti

Il cammino fatto dal Comune di Mirabello Monferrato all'interno del progetto europeo "Innovazione energetica" è risultato tra i più attivi e degni di nota tra i 70 Comuni tra Piemonte, Valle d'Aosta e Canton ticino coinvolti. -Non è Mirabello che segue Legambiente, ma spesso il contrario- afferma Giampiero Godio, responsabile Legambietne del progetto "Innovazione Energetica".

venerdì 3 maggio 2013

Salvaguardare l'ambiente, partendo da una corretta gestione dei rifiuti



Sabato 4 maggio 2013, alle 17, SOMS Quartiere Cristo, Alessandria. Incontro pubblico "Come salvaguardare l'ambiente partendo da una corretta gestione dei rifiuti. L'esperienza virtuosa del Comune di Mirabello"

mercoledì 1 maggio 2013

Mirabello Monferrato su Report

























Domenica 28 aprile è andato in onda il servizio di REPORT sulle buone pratiche del comune monferrino.


Su Rai tre, dalle ore 21.30, nella rubrica dedicata ai buoni esempi e alle buone pratiche nazionali del giornalista Giuliano Marrucci. In ogni puntata REPORT dopo la denuncia di malfunzionamenti, cattivi esempi, problemi, propone come ultimo servizio un esempio positivo. È Domenica, questo esempio sarà proprio quello di Mirabello Monferrato.

Un merito da dividere con tanti, i cittadini, l'associazione nazionale dei comuni virtuosi, l'associazione famigliari vittime amianto, i dipendenti, i colleghi amministratori di Mirabello e di altri Comuni, impegnati nella promozione delle buone pratiche, il consiglio comunale dei bambini, le associazioni. Un merito di tanti. E come sempre, solo una tappa, per cercare di fare sempre meglio. Insieme! Grazie e a Domenica! Concludo ringraziando in modo particolare Marco Boschini, coordinatore nazionale dell'associazione dei Comuni Virtuosi, che ha ritenuto degno di segnalazione a REPORT, tra tanti Comuni,  proprio Mirabello MonferratoDopo una carrellata tra i progetti attuati, particolare attenzione è stata rivolta all'attività di sportello e bonifica amianto mirabellese, che ha permesso di coinvolgere e dare un respiro più ampio al servizio che uscendo dai solo confini del Comune, darà rilevanza a un tema di grande interesse per tutto il territorio monferrino, e in realtà per tutto il territorio nazionale -

In totale, cinque giorni di riprese, interviste, sopralluoghi e incontri che si concentreranno nel servizio di Giuliano Marrucci. 

Particolare attenzione allo sportello bonifica amianto nato come pilota nel 2009, ora una realtà rodata, che nel tempo ha ispirato altri enti, fino a importanti città come Asti e Parma e Comuni in tutta Italia, fino in Calabria. Diverse le iniziative intraprese, tra cui l'ultima di poche settimane fa, la delibera di giunta con la quale l'amministrazione comunale ha equiparato gli interventi di rimozione e sostituzione amianto a interventi di normale manutenzione ordinaria. Una misura che consente ai cittadini non solo di azzerare la burocrazia, come già avveniva con il lavoro dello sportello, ma anche di azzerare i costi di segreteria e di bolli (prima di circa 100 euro in totale). Report ha voluto mettere in evidenza che se un piccolo Comune riesce a gestire, con poche risorse e poco personale, un servizio di sportello, incontri, sensibilizzazione, di questo genere, allora si tratta di un progetto esportabile e attuabile, davvero. 
La troupe di REPORT è entrata nel merito di tutti i dettagli e dei dati. Ha ripreso cittadini durante il funzionamento dello sportello e insieme al sindaco ha fatto sopralluoghi improvvisi presso cittadini che avevano già effettuato la bonifica o che stavano per farla, senza preliminari accordi.

Infine, una sorpresa, si è filmata una bonifica fatta in economia in corso, coinvolgendo nelle operazione di bonifica lo stesso giornalista Marrucci e il sindaco! Proprio per dimostrare, a livello nazionale, che non sia vero che si tratti di un'operazione complessa e difficile da praticare.

Nei servizi si è messo in evidenza  il lavoro svolto dallo sportello bonifica amianto comunale, aperto tutti i mercoledì dalle 10 alle 12 e tutti i giovedì dalle 16 alle 18, filmando proprio mentre alcuni cittadini presentavano delle pratiche al tecnico comunale incaricato, Carla Demagistri. Almeno una decina i cittadini incontrati a casa per vedere e verificare sul campo lo svolgimento o l'esito delle operazioni di bonifica effettuate o in economia (la maggiorparte) o con un'impresa. E' stato poi visitato un grande cantiere di rimozione amianto presso la ditta New Max. Inoltre, REPORT ha partecipato e filmato anche durante l'incontro pubblico "sportello e bonifica amianto" che ha visto gli interventi di Romana Blasotti Pavese, Luigi Ferrando, Bruno Pesce, Massimo D'Angelo, il tecnico comunale responsabile dello sportello Carla Demagistri, il sindaco Luca Gioanola, insieme aMassimiliano Quirico, direttore di Sicurezza e Lavoro che ha moderato e condotto la serata. L'incontro è stato introdotto con tanta emozione dal consiglio comunale dei bambini con in testa il Presidente Adam Sebti, tutti preparati dagli amministratori Gabriele Garavello e Mara Agnese, con la collaborazione di Maria Assunta Prato e Gea Ferraris per mettere in scena la fiaba "Attenti al polverino". La troupe ha poi fatto visita al parco del nuovo stile di vita, alla fontana leggera, ai negozi leggeri, alla cascina della Valle, filmando i prodotti alla spina e a tutti i produttori delle Denominazioni Comunali.
REPORT ha concentrato l'interesse soprattutto sullo sportello bonifica amianto, e poi su alcuni altri progetti che, dovendo obbligatoriamente fare una scelta, sono stati: "tutta un'altra luce" con il passaggio completo dell'illuminazione a LED; "WiFi banda larga" con l'infrastruttura internet e telefonica in convenzione per i cittadini e gli hot-spot gratuiti negli edifici comunali, nelle scuole e nelle piazze del centro; "LABOR, area produttiva" con il piano particolareggiato realizzato insieme all'osservatorio paesaggistico alessandrino; la variante del Piano Regolatore a consumo quasi nullo di territorio; la campagna "Salviamo il territorio" con il censimento degli immobili sfitti e non utilizzati"; "verso rifiuti zero" con la riduzione dei rifiuti prodotti dal comune monferrino (nell'ultimo triennio da 130kg nel 2010 a 102 kg nel 2012 di residuo procapite annuale); "fontana leggera" e parco del nuovo stile di vita; denominazioni comunali che attraverso un percorso partecipativo con i cittadini e i commercianti ha portato in tre anni alla riscoperta e valorizzazione di quattro prodotti tipici mirabellesi.